Error. SQLSTATE[HY000]: General error
Movimento Giovanile | Dal 2010

Dal 2010

ultimo aggiornamento di mercoledì 16 ottobre 2013 17:53

2010-2011

C’era una volta in un paese molto lontano, un castello, che per comodità chiameremo Porto e  un gruppo di giovani entusiasti, appartenenti a delle parrocchie guidate dai sacerdoti di una Congregazione, che chiameremo Figli di Santa Maria Immacolata. Un bel giorno questi nostri baldi giovani decisero di incontrarsi proprio lì, nel nostro bel castello, per vivere insieme un’esperienza nuova, che per comodità potremo chiamare IGU, pseudonimo di Incontro Giovanile Unitario!

Gli anni passavano e questi giovani non perdevano mai l’entusiasimo di quel primo incontro e così stabilirono di continuare a vedersi, ogni due o tre anni, per rivivere quell’esperienza fantastica che li aveva portati a sentirsi parte di una grande famiglia e che li univa sotto il segno della Croce di Cristo.

Non erano mai sempre gli stessi… la loro famiglia cresceva ogni volta di più! Alcuni andavano via, ma erano molti coloro che, spinti da tutto quell’entusiasmo e dalla forza dell’Amore, desideravano unirsi agli altri. E ogni incontro era una grande festa! Si condivideva tutto… la stanza, i pasti, i pensieri, i problemi, la gioia, il divertimento ma soprattutto si condivideva DIO. I nostri giovani pregavano, speravano e ringraziavano insieme quel grande Capo Famiglia che li ospitava e che li faceva sempre sentire come a casa loro, ovunque andassero.

Presto questi giovani, forti della loro unione, uscirono dal nostro bel castello e cominciarono ad incontrarsi in altri paesi lontani, che chiamaremo Oristano, Cagliari, Verona… stavano talmente bene insieme che vedersi così poco non gli bastava più! Così pensarono di darsi appuntamento ogni anno per vivere insieme tante altre belle esperienze!

Ma il loro numero cresceva sempre di più e compresero che c’era il bisogno di organizzarsi, come ogni famiglia che si rispetti, e di creare un gruppo di responsabili che li potesse rappresentare. Questo “consiglio”, che chiameremo Segreteria, si riuniva una volta all’anno per decidere l’itinerario che i nostri giovani avrebbero percorso fino alla riunione successiva… era un cammino sempre divertente ma a volte anche faticoso, come quella volta in cui i nostri intrepidi  giovani andarono a lavorare insieme in un paese molto, molto lontano e bisognoso anche del loro aiuto, che potremo denominare Polonia. Altre volte, invece, venivano chiamati dal Segretario del grande Capo Famiglia, famoso sotto il titolo di Papa e si recavano nei luoghi più remoti della Terra per incontrarlo insieme a tantissimi altri giovani come loro.

Ma continuavano sempre a frequentare il bel castello, dove tutto era iniziato quel giorno di fine Marzo di diversi anni prima… non lo abbandonavano mai! Era diventato proprio casa loro! Avevano stabilito lì la loro sede operativa, piena di tutti i loro ricordi… era la loro memoria!

E questi giovani continuano ancora ad incontrarsi, fieri della loro famiglia!

QUESTA NON È UNA FAVOLA… È LA NOSTRA STORIA! È LA STORIA DEI PRIMI 25 ANNI DEL MOVIMENTO GIOVANILE!

Un racconto fatto essenzialmente di amore e di fede, di comunione e di impegno. Questi giovani sono veramente una FAMIGLIA… la NOSTRA FAMIGLIA!

Proprio quest’anno ricorre il venticiquesimo anniversario di quel primo incontro e per ricordarlo abbiamo pensato di radunarci lì, dove la nostra storia è cominciata il 29 Marzo del 1985! Ci siamo, infatti, ritrovati nella nostra bella casa di Porto per ringraziare il Signore di averci regalato 25 anni fatti di emozioni, gioia, amicizie, amori… FEDE!

Il cammino di quest’ultimo anno, condiviso con i giovani di Verona, Cagliari, Oristano e Ventimiglia è partito con la segreteria nel mese di Settembre e ci ha portati a vivere il quinto Ritiro Cantori a Febbraio; è un incontro nato per condividere e imparare nuovi canti per animare e rendere sempre più belle e “giovani” le nostre celebrazioni, ma anche per avere una maggiore consapevolezza dell’importanza del servizio che noi, appartenenti alle corali parrocchiali, svolgiamo per le nostre comunità.

Ci siamo poi ritrovati  nel mese di Marzo a Ventimiglia per vivere insieme gli Esercizi Spirtuali, quattro giorni di ritiro, preghiera, riflessione e crescita spirituale, personale e condivisa.

Per riscoprire l’importanza della preghiera comunitaria, ci ritroviamo mensilmente a livello locale e in comunione spirituale con tutte le altre realtà e nel mese di Gennaio viviamo l’esperienza più intensa di una giornata di ritiro.

Uniti sotto un’unica Congregazione abbiamo organizzato la trasferta che ha portato 2 ragazze di Fiumicino, accompagnate dal buon Padre Enrico Spano dall’altra parte del mondo… destinazione Cile! Lì si è svolto, dal 9 al 12 Ottobre, il quinto Kerygma, un’esperienza per i giovani di Argentina, Messico e Cile che vivono il loro cammino di fede nelle parrocchie gestite dai Figli di Maria. La presenza di una delegazione dall’Italia è stato il nostro modo per farci sentire ancora di più parte di questa famiglia, che porta la sua testimonianza viva ovunque… “fino agli estremi confini della terra”!

 “RADICATI E FONDATI IN CRISTO, SALDI NELLA FEDE” abbiamo camminiato verso la XXVI GMG di Madrid in Agosto, che ha visto la partecipazione di una settantina di ragazzi provenienti da Fiumicino, Roma, Oristano, Cagliari, Torino, ma anche dal Cile e Argentina, accompagnati da due sacerdoti delle delegazioni presenti in Italia per via della riunione del CAPITOLO della Congregazione, che ha eletto come nuovo Padre Generale P. Roberto Amici.

 

L’anno pastorale 2011-12 si è aperto all’insegna di una segreteria molto delicata, che ha visto i giovani presenti impegnati nell’elezione di una nuova Segretaria Nazionale (Luisa Calaresu, CA) e della Vicesegretaria Nazionale (Flavia Bonin, RM) nonché del nuovo economo del MG (Eleonora Bicchierai, RM).

Capodanno particolare per 17 giovani che si sono ritrovati a San Miniato (PI) dal 29 Dicembre al 1 Gennaio per vivere insieme gli ESERCIZI SPIRITUALI. «O Dio, che unisci in un solo volere le menti dei fedeli,concedi al tuo popolo di amare ciò che comandi e desiderare ciò che prometti,

perché fra le vicende del mondo là siano fissi i nostri cuori dov’è la vera gioia» (Messale Romano Colletta della XXI Dom. anno A)è stata la tematica che ci ha guidati lungo questo 4 giorni di riflessione, silenzio e preghiera, ma anche di festa e condivisione.

            Dal 1 al 4 marzo a Tiria (OR) si è svolto il VII RITIRO CANTORI al quale hanno partecipato circa 25 ragazzi provenienti non solo da Cagliari e Oristano ma anche da Roma, Fiumicino e Verona. è stata un’occasione per riflettere sull’importanza dei CANTI DI ACCLAMAZIONE (Gloria, Alleluia e Santo) all’interno delle nostre celebrazioni liturgiche.

Dal 28 aprile al 1 maggio un gruppo di cento giovani appartenenti alle parrocchie della Congregazione dei FIGLI DI SANTA MARIA IMMACOLATA si sono ritrovati a Ventimiglia presso la parrocchia S.Nicola da Tolentino per vivere insieme l’XI Incontro Giovanile Unitario, un appuntamento fondamentale per noi, appartenenti e innamorati del Movimento Giovanile.

La tematica che ci ha guidato in questi giorni è stata: “Siate lieti nel Signore!”, esortazione di San Paolo a vivere nella GIOIA il nostro cammino di fede.

Tre sono state le catechesi che hanno scandito le nostre giornate, tutte legate al tema-guida dell’anno (SIATE SEMPRE LIETI NEL SIGNORE Fil4,4): LE GIOIE DELLA VITA, LE GIOIE DEL VANGELO (affrontate attraverso gli episodi dell’Annunciazione e della Visitazione) e LA PARTECIPAZIONE ALLA GIOIA ETERNA attraverso le Beatitudini. Tre ottimi spunti di riflessione per noi giovani (arrivati da Roma, Fiumicino, Verona, Cagliari, Oristano oltre che gli ospitanti di Ventimiglia), chiamati ogni giorno a confrontarci e a scontrarci con le tante sfide che la vita che ci mette davanti e con le incertezze proprie del nostro tempo.

Abbiamo avuto la possibilità di condividere questi nostri giorni di riflessione e crescita con la comunità di S.Nicola e con la gente del posto durante le due Sante Messe celebrate in parrocchia e nella bella esperienza di Adorazione itinerante, culminata in un momento di preghiera sul lungomare di Ventimiglia.

Emozionante, poi, è stato poter ripercorrere la vita del Venerabile Frassinetti a Genova, la sua città natale, visitando i luoghi a lui più cari e affidando le nostre vite alla Vergine Maria seguendo il suo esempio.

Molti sono stati, inoltre, i momenti di festa e divertimento vissuti insieme!

Un grande ringraziamento va, prima di tutto, a P. Franco Marinelli e a P. Isidro Gutierrez che, insieme alla comunità di S.Nicola da Tolentino, si sono messi a disposizione del Signore con tutto il cuore e la buona volontà per la riuscita di queste giornate!

Grazie a P. Enrico Spano che con dedizione e amore ci guida, ci sostiene e lavora con noi ogni giorno!

Grazie a P. Roberto Amici che continua a credere nel Movimento Giovanile: la sua presenza in mezzo a noi ci è da stimolo per andare sempre avanti, anche nei momenti più delicati, forti anche del suo appoggio! Grazie ai preziosi “Over”, i giovani delle scorse generazioni, che continuano a camminare con noi e a spendersi per il Signore!

Grazie ai nostri giovani fratelli del Sudamerica, Polonia e Filippine che hanno pregato per noi!

E un ultimo, importantissimo grazie va a tutti quei sacerdoti e seminaristi che hanno condiviso con noi queste giornate e camminano ogni giorno al nostro fianco e a quelli che, anche se fisicamente lontani, erano con noi nello Spirito e nella Preghiera! GRAZIE!

            Dal 16 al 27 agosto un gruppo di 8 giovani provenienti da Cagliari, Fiumicino e Torino, accompagnati da P. Claudio Canesa, si sono recati in pellegrinaggio a Santiago de Compostela, per pregare sulla tomba dell’apostolo. Sono stati giorni di preghiera intensa, giornate molto faticose e difficili, ma che ci hanno messo davanti ai nostri limiti, ai nostri peccati, alle nostre fragilità, facendoci tornare a casa distrutti, ma forti e sicuri del fatto che il Signore non ci lascia mai soli lungo il cammino (fisico e spirituale) e che Lui è il nostro vero compagno di viaggio.

        L’anno pastorale 2012-2013, guidato dal versetto di S. Matteo “ANDATE E FATE DISCEPOLI TUTTI I POPOLI” ci ha visti impegnati sul tema dell’ACCOGLIENZA, che, annunziato durante la Segreteria, si è vissuto attraverso la partecipazione di una ventina di giovani al lavoro organizzativo e, appunto, di accoglienza per i giovani venuti a Roma per l’Incontro Europeo dei Giovani di Taizè, dal 28 dicembre al 2 gennaio.

 “Un viaggio insieme nell’obbedienza della fede” nella libertà della risposta è stata la tematica che ha guidato gli Esercizi Spirituali, svoltisi a Ceprano (FR) dal 28 novembre al 2 dicembre, che hanno visto la partecipazione di una ventina di giovani.

“ La verifica di una fede autentica è la missionarietà. Chi non è caldo nel cuore, chi non è entusiasta della propria fede, chi non brucia, chi non canta... è perché non ama, è perché non ha scoperto niente di nuovo e di grande. E' perché non ha incontrato Dio! Forse è un richiamo a una verifica anche per noi. Veniamo alla chiesa tutte le domeniche, ma viviamo il Vangelo, testimoniamo il Vangelo nella vita, ne siamo annunciatori e cantori orgogliosi? Se ci sembra “minestra riscaldata” è perché non abbiamo ancora incontrato veramente Dio! Egli non è un’aggiunta marginale ai nostri scopi e programmi; il Signore è la componente essenziale della nostra vita!”

Con queste parole del nostro caro Padre Generale, P. Roberto, si è aperta l’VIII edizione dell’Incontro Cantori (da quest’anno cambia la denominazione!), svoltosi presso il Castello di Porto, a Fiumicino, dall’11 al 14 Aprile sui canti per le adorazioni eucaristiche e abbiamo riscoperto l’importanza del canto del KYRIE ELEISON.

Dal 23 al 28 luglio, a Rio de Janeiro, i giovani di tutto il mondo si sono ritrovati insieme per vivere la GMG, sotto la guida di Papa Francesco, argentino, sudamericano, che ha saputo essere “giovane tra i giovani” e trasmettere a tutti i partecipanti, ma anche a noi che questa GMG l’abbiamo vissuta da casa, l’entusiasmo e la voglia di continuare a vivere sempre più “radicati in Cristo, saldi nella fede”  affinchè possiamo “ANDARE E FARE DISCEPOLI TUTTI I POPOLI”.

    Condividi su Facebook
    Google