Error. SQLSTATE[HY000]: General error
Movimento Giovanile | Beato Giovanni Paolo II°

Beato Giovanni Paolo II°

ultimo aggiornamento di domenica 29 settembre 2013 14:43

Beato Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla) Papa

Wadowice, Cracovia, 18 maggio 1920 - Vaticano, 2 aprile 2005 

Nato a Wadovice, in Polonia, è il primo papa slavo e il primo Papa non italiano dai tempi di Adriano VI. Nel suo discorso di apertura del pontificato ha ribadito di voler portare avanti l'eredità del Concilio Vaticano II. Il 13 maggio 1981, in Piazza San Pietro, anniversario della prima apparizione della Madonna di Fatima, fu ferito gravemente con un colpo di pistola dal turco Alì Agca. Al centro del suo annuncio il Vangelo, senza sconti. Molto importanti sono le sue encicliche, tra le quali sono da ricordare la "Redemptor hominis", la "Dives in misericordia", la "Laborem exercens", la "Veritatis splendor" e l'"Evangelium vitae". Dialogo interreligioso ed ecumenico, difesa della pace e della dignità dell'uomo sono impegni quotidiani del suo ministero apostolico e pastorale. Dai suoi numerosi viaggi nei cinque continenti emerge la sua passione per il Vangelo e per la libertà dei popoli. Ovunque messaggi, liturgie imponenti, gesti indimenticabili: dall'incontro di Assisi con i leader religiosi di tutto il mondo alla preghire al Muro del pianto di Gerusalemme. Così Carol Wojtyla traghetta l'umanità nel terzo millennio. La sua beatificazione ha luogo a Roma il 1° maggio 2011.


LA SUA VITA:

Karol Józef Wojtyla, eletto Papa il 16 ottobre 1978, nacque a Wadowice, città a 50 km da Cracovia, il 18 maggio 1920.
Era il secondo dei due figli di Karol Wojtyla e di Emilia Kaczorowska, che morì nel 1929. Suo fratello maggiore Edmund, medico, morì nel 1932 e suo padre, sottufficiale dell’esercito, nel 1941.
A nove anni ricevette la Prima Comunione e a diciotto anni il sacramento della Cresima. Terminati gli studi nella scuola superiore Marcin Wadowita di Wadowice, nel 1938 si iscrisse all’Università Jagellónica di Cracovia.
Quando le forze di occupazione naziste chiusero l’Università nel 1939, il giovane Karol lavorò (1940-1944) in una cava ed, in seguito, nella fabbrica chimica Solvay per potersi guadagnare da vivere ed evitare la deportazione in Germania.
A partire dal 1942, sentendosi chiamato al sacerdozio, frequentò i corsi di formazione del seminario maggiore clandestino di Cracovia, diretto dall’Arcivescovo di Cracovia, il Cardinale Adam Stefan Sapieha. Nel contempo, fu uno dei promotori del "Teatro Rapsodico", anch’esso clandestino.
Dopo la guerra, continuò i suoi studi nel seminario maggiore di Cracovia, nuovamente aperto, e nella Facoltà di Teologia dell’Università Jagellónica, fino alla sua ordinazione sacerdotale a Cracovia il 1 novembre 1946. Successivamente, fu inviato dal Cardinale Sapieha a Roma, dove conseguì il dottorato in teologia (1948), con una tesi sul tema della fede nelle opere di San Giovanni della Croce. In quel periodo, durante le sue vacanze, esercitò il ministero pastorale tra gli emigranti polacchi in Francia, Belgio e Olanda.
Nel 1948 ritornò in Polonia e fu coadiutore dapprima nella parrocchia di Niegowic', vicino a Cracovia, e poi in quella di San Floriano, in città. Fu cappellano degli universitari fino al 1951, quando riprese i suoi studi filosofici e teologici. Nel 1953 presentò all’Università cattolica di Lublino una tesi sulla possibilità di fondare un’etica cristiana a partire dal sistema etico di Max Scheler. Più tardi, divenne professore di Teologia Morale ed Etica nel seminario maggiore di Cracovia e nella Facoltà di Teologia di Lublino.
Il 4 luglio 1958, il Papa Pio XII lo nominò Vescovo titolare di Ombi e Ausiliare di Cracovia. Ricevette l’ordinazione episcopale il 28 settembre 1958 nella cattedrale del Wawel (Cracovia), dalle mani dell’Arcivescovo Eugeniusz Baziak.
Il 13 gennaio 1964 fu nominato Arcivescovo di Cracovia da Paolo VI che lo creò Cardinale il 26 giugno 1967.
Partecipò al Concilio Vaticano II (1962-65) con un contributo importante nell’elaborazione della costituzione Gaudium et spes. Il Cardinale Wojtyla prese parte anche alle 5 assemblee del Sinodo dei Vescovi anteriori al suo Pontificato.
Viene eletto Papa il 16 ottobre 1978 e il 22 ottobre segue l'inizio solenne del Suo ministero di Pastore Universaledella Chiesa.
Dall’inizio del suo Pontificato, Papa Giovanni Paolo II ha compiuto 146 visite pastorali in Italia e, come Vescovo di Roma, ha visitato 317 delle attuali 332 parrocchie romane. I viaggi apostolici nel mondo - espressione della costante sollecitudine pastorale del Successore di Pietro per tutte le Chiese - sono stati 104.
Tra i suoi documenti principali si annoverano 14 Encicliche, 15 Esortazioni apostoliche, 11 Costituzioni apostoliche e 45 Lettere apostoliche. A Papa Giovanni Paolo II si ascrivono anche 5 libri: "Varcare la soglia della speranza" (ottobre 1994); "Dono e mistero: nel cinquantesimo anniversario del mio sacerdozio" (novembre 1996); "Trittico romano", meditazioni in forma di poesia (marzo 2003); "Alzatevi, andiamo!" (maggio 2004) e "Memoria e Identità" (febbraio 2005).
Papa Giovanni Paolo II ha celebrato 147 cerimonie di beatificazione - nelle quali ha proclamato 1338 beati - e 51 canonizzazioni, per un totale di 482 santi. Ha tenuto 9 concistori, in cui ha creato 231 (+ 1 in pectore) Cardinali. Ha presieduto anche 6 riunioni plenarie del Collegio Cardinalizio.
Dal 1978 ha convocato 15 assemblee del Sinodo dei Vescovi: 6 generali ordinarie (1980, 1983, 1987, 1990; 1994 e 2001), 1 assemblea generale straordinaria (1985) e 8 assemblee speciali (1980, 1991, 1994, 1995, 1997, 1998 [2] e 1999).
Nessun Papa ha incontrato tante persone come Giovanni Paolo II: alle Udienze Generali del mercoledì (oltre 1160) hanno partecipato più di 17 milioni e 600mila pellegrini, senza contare tutte le altre udienze speciali e le cerimonie religiose (più di 8 milioni di pellegrini solo nel corso del Grande Giubileo dell’anno 2000), nonché i milioni di fedeli incontrati nel corso delle visite pastorali in Italia e nel mondo; numerose anche le personalità governative ricevute in udienza: basti ricordare le 38 visite ufficiali e le altre 738 udienze o incontri con Capi di Stato, come pure le 246 udienze e incontri con Primi Ministri.
Muore a Roma, nel suo alloggio nella Città del Vaticano, alle ore 21.37 di sabato 2 aprile 2005. I solenni funerali in Piazza San Pietro e la sepoltura nelle Grotte Vaticane seguono l'8 aprile.



Fonte: 
www.karol-wojtyla.org


Se vuoi approfondire meglio la figura del Beato Giovanni Paolo II ti suggeriamo:

Cristina Siccardi – Giovanni Paolo II. L’uomo e il Papa - Paoline Editoriale Libri, Milano, 2011
Luigi Accattoli - Giovanni Paolo. La prima biografia completa - Cinisello Balsamo, San Paolo Edizioni, 2006
Luigi Accattoli - Io ho avuto paura a ricevere questa nomina. Ritratto di Papa Wojtyla in parole e immagini - Torino, Edizioni Sei, 1993
Luigi Accattoli - Quando il Papa chiede perdono - Milano, Mondadori, 1997
Luigi Accattoli - Karol Wojtyla. L'uomo di fine millennio - Cinisello Balsamo, Edizioni San Paolo, 1998
Luigi Accattoli - Chiamatemi Karol - Milano, Mondadori, 1999
Papa Benedetto XVI - Giovanni Paolo II - Il mio amato predecessore - Libreria Editrice Vaticana, 2007
Domenico Del Rio - I fioretti di Papa Wojtyla - Bologna, Edizioni Dehoniane Bologna, 1999
Stanislaw Dziwisz; Czeslaw Drazek; Renato Buzzonetti; Angelo Comastri - Lasciatemi andare. La forza nella debolezza di Giovanni Paolo II - Cinisello Balsamo, Edizioni San Paolo, 2006
Stanislao Dziwisz; Gian Franco Svidercoschi - Una vita con Karol - Rcs Libri e Libreria Editrice Vaticana, 2007
Jonathan Kwitny - L'uomo del secolo - Casale Monferrato, Edizioni Piemme, 2002
Giovanni Reale - Karol Wojtyla. Un pellegrino dell'assoluto - Milano, Bompiani, 2005
Andrea Riccardi - Giovanni Paolo II. La biografia. Cinisello Balsamo, San Paolo Edizioni, 2011
Antonio Socci - I segreti di Karol Wojtyla - Rizzoli, 2009
Andrea Tornielli - I miracoli di Papa Wojtyla - Casale Monferrato, Edizioni Piemme, 2005
Pawel Zuchniewicz - Giovanni Paolo II - Paoline Editoriale Libri, Milano, 2005


Spunti bibliografici su Giovanni Paolo II - Papa Wojtyla a cura di www.libreriadelsanto.it

* Cazzago Aldino, Giovanni Paolo II. Con Cristo nel mondo, Edizioni Messaggero, 2010 - 96 pagine
* Maffezzoni Tiziana, Giovanni Paolo II tra i mondi d'Abruzzo... e il suo incontro con gli Scouts, Edizioni Messaggero, 2010 - 128 pagine
* Oder Slawomir, Gaeta Saverio, Perché è santo. Il vero Giovanni Paolo II raccontato dal postulatore della causa di beatificazione, Rizzoli, 2010 - 194 pagine
* Lo Iacono Elisabetta, Caro signor Papa. Cosa scrivono i fedeli a Giovanni Paolo II, Edizioni Messaggero, 2010 - 240 pagine
* Póltawska Wanda, Diario di un'amicizia. La famiglia Poltawski e Karol Wojtyla, San Paolo Edizioni, 2010 - 640 pagine
* Borghese Annalisa, Le donne di Wojtyla. Da mamma Emilia a madre Teresa, Ancora, 2010 - 128 pagine
* Caligiani Sabina, Giovanni Paolo II. Il papa che parlava alla gente, Paoline Edizioni, 2010 - 136 pagine
* Jonathan Kwitny, L'uomo del secolo, Piemme, 2009 - 512 pagine
* Svidercoschi G. Franco, Un Papa che non muore, San Paolo Edizioni, 2009 - 160 pagine
* Giovanni Paolo II, Benedetto XVI, La nobile forma, San Paolo Edizioni, 2009 - pagine
* Pierre d'Ornellas, Giovanni Paolo II, Edizioni Messaggero, 2009 - 192 pagine
* Barca Alessandro, La persona al centro, Vivere In, 2009 - pagine
* Andreas Resch, I Santi di Giovanni Paolo II 1982 - 2004, Resch Verlag Innsbruck, 2009 - 484 pagine
* Socci Antonio, I segreti di Karol Wojtyla, Rizzoli, 2009 - 233 pagine
* Mokrzycki Mieczyslaw, I martedì di Karol. La vita quotidiana di Giovanni Paolo II, San Paolo Edizioni, 2009 - 248 pagine

    Condividi su Facebook
    Google